giovedì 2 luglio 2015

Recensioni spot: Questo bacio vada al mondo intero, di Colum McCann - Edizioni Rizzoli


Questo libro è stata una autentica folgorazione. Mi sono fidata del passaparola di amici e del mio istinto, perché il titolo mi incuriosiva ma soprattutto mi incuriosiva il fatto a cui il romanzo si è ispirato. Il suo stile è particolare, diverso, nuovo: non mette le parole una dietro l’altra, ci scivola sopra, delicato e profondo. Le immagini sono fluide, è come esserne intrisi. La storia è un insieme di storie, che si incastrano fra loro proprio il giorno in cui Philippe Petit decide di attraversare su una fune lo spazio vuoto che separa le torri gemelle. Questa coincidenza significa una sola cosa: le vite di tutti, non solo quella del funambolo, sono sospese su un cavo di acciaio: si può cadere e sfracellarsi, ma se si è abbastanza coraggiosi e folli, se si impara dai propri passi falsi, la visuale da lassù può essere davvero di una bellezza incredibile.

UN BREVE ESTRATTO:
Cercavo una risposta semplice, sai, di quelle che si danno ai bambini. E mi ripetevo che una volta siamo stati tutti bambini, e che magari avrei potuto ritornare a esserlo. E questo che mi rimbombava in testa. Torna a essere bambino. Corri a perdifiato lungo la riva del mare. Fino alla torre. Corri! Corri lungo l’argine. Volevo riavere quella gioia. Volevo che ogni cosa fosse di nuovo semplice. Mi sforzavo con tutto me stesso, ti giuro, cercavo di pregare per liberarmi della lussuria, per ritrovare il bene, per riscoprire l’innocenza. Ma non erano che cerchi dentro altri cerchi. E quando giri in tondo il mondo sembra grande, fratello mio, ma se invece procedi dritto, è piuttosto piccolo. Avrei voluto scivolare dentro al cerchio lungo uno dei suoi raggi, fino al centro, dove non c’è movimento.

Titolo: Questo bacio vada al mondo intero
Autore: Colum McCann
Casa Editrice: Rizzoli
Pagine: 451
Traduttore: Magrì M.

0 commenti:

Posta un commento