domenica 29 maggio 2016

Coffee break




A questo punto, per quanto mi riguardava, le 42.500 miglia di autostrade larghe e dritte potevano anche andare all'inferno; io preferivo viaggiare sui tre milioni di miglia costituiti dalle strade rurali americane, strette, tortuose e a due sole carreggiate, quelle cioè che portano a Podunk e Toonerville, tra i campi, i boschi, i piccoli borghi, gli stagni, le stazioncine sperdute, i punti-panoramici-della-strada e i paesini che "se ti distrai un attimo li hai già superati". In quei posti dove viene da dirsi: "Mio Dio! Pensa se vivessi qui!" Nel bel mezzo del Nulla

                                                                       ***
Etimologia: curioso - stessa radice di cura - una volta significava "colui che osserva con cura", attentamente. Forse il tonico della curiosità potrebbe contrastare la sensazione paralizzante che la vita si muova inesorabile verso l'assurdo. Assurdo, peraltro, deriva da una parola latina che significa "sordo, ottenebrato". Forse il viaggio, tramite l'osservazione di ciò che è ovvio e ordinario, può essere una terapia, un mezzo per far sì che l'occhio esterno apra l'occhio interno. I vecchi segnali presso gli attraversamenti incustoditi dei binari ammonivano: FERMATI, GUARDA, ASCOLTA. E' ciò che Whitman ha definito "il profondo insegnamento della ricezione".
Un nuovo modo di osservare può indurre la scoperta di cose nuove: il radiotelescopio ha individuato quasar e pulsar, il microscopio a scansione elettronica ha evidenziato i flagelli dei batteri. Ma proviamo a ribaltare la domanda: le cose nuove inducono un nuovo modo di osservare?

                                                                        ***
Sono stato sgridato, sballottato, ostacolato, vilipeso, appeso, maciullato, sgarrato, schiacciato, ingannato, strizzato e derubato; tartassato da tasse di guerra, tasse sui profitti, tasse sulle vendite, tasse sui cani, dai tassi di interesse e dalla sintassi, oppresso dalle obbligazioni del Tesoro, dai doveri filiali, dai vincoli matrimoniali, dalla Croce Rossa, dalla Croce Blu e dai crociati fasulli di tutte le risme; mi sono ammazzato di lavoro, ho ammazzato gli altri di lavoro, mi sono ubriacato e ho ubriacato gli altri, ho perduto tutti i miei averi e ora, per non aver voglia di prestare o dilapidare quel poco che guadagno o riesco a elemosinare, a farmi prestare e a rubare, vengo maledetto, incriminato, boicottato, rimproverato, chiacchierato, abbindolato, frainteso, calpestato, represso, rapinato e ridotto praticamente in rovina. C'è un unico e solo motivo per cui tiro avanti: sono proprio curioso di vedere
CHE COSA DIAVOLO SUCCEDERA' ANCORA.

Sfogliando Strade Blu, di Willima Least Heat- Moon

0 commenti:

Posta un commento