martedì 31 maggio 2016

Cose da scrittrici: Lieberstraume, di Daniela Iannone - Edizioni Gruppo Albatros I Fili




Oggi vi voglio segnalare il nuovo libro della scrittrice emergente Daniela Iannone, che mi ha contattata  chiedendomi gentilmente un po' di pubblicità per il suo nuovo lavoro. Ha già all'attivo un altro  romanzo, "IL VELENO DEI SANTI", edizioni "GRUPPO ALBATROS IL FILO". Mi ha incuriosito molto la sinossi che pubblico qui di seguito: amo i gialli, soprattutto quelli ambientati in Italia. E amo soprattutto l'idea di poter dare un piccolo aiuto a tutti coloro (giovani e meno giovani) che provano a cimentarsi con la scrittura, cercando di ritagliarsi uno spazio in un mondo in cui emergere è ancora troppo difficile.

SINOSSI:
La fitta coltre di nebbia che impediva di vedere il cielo, a qualsiasi ora del giorno, era davvero insolita. C'era chi lavorava tutto il giorno in miniera e quindi non ci faceva caso, chi scrollava le spalle non curandosene e c'era una vecchina che con le sue carte aveva letto che il colore che l'aria aveva da un mese fosse senza ombra di dubbio un cattivo presagio. Qualcosa di terribile stava per succedere nel castello di Cassano D'Adda, i Tarocchi dicevano sempre la stessa cosa: sangue e dolore. Ma anche se si sapeva a chi sarebbe successo, il corso ineluttabile del destino non si poteva cambiare, non si poteva fare nulla. Nella nebbia si celava la malvagità e l'avidità di un uomo crudele e la commovente storia d'amore senza tempo della contessina Miranda Varriale e del giovane Laerte. Passato e presente si intrecciano, un incubo si trasforma in un sogno d'amore che, nelle dolci note melodiche e romantiche di "Liebestraume" suonato al pianoforte, ci riporta nell'Ottocento anche se si dovrà aspettare oltre centocinquanta anni perché il sogno si realizzi.

 Se siete interessati, lo potete trovare QUI

0 commenti:

Posta un commento