mercoledì 15 giugno 2016

Shopping d' inizio estate - parte I



ASSIOMA: l'estate non è ancora arrivata. Qui al mare fa ancora brutto, l'aria è fresca e il sole nel week end si nasconde tra spesse nubi e piogge violente, come se fossimo in un paese tropicale. Di solito al 15 di giugno sono già abbronzata da almeno un mesetto, comincio a gustarmi la cena sul terrezzo, con la complicità dei tramonti tardivi e del tepore che invita a stare fuori fino a tardi. Invece niente. La sera fa freddino e la trapunta leggera è ancora sul divano; i vetri restano chiusi e l'umidità nell'aria fa pensare piuttosto ad un inizio di autunno. Come consolarsi di fronte a questo scenario deprimente? Ma con un bell'acquisto di libri, ovvio! Solitamente mi do dei limiti per non sprofondare nel disastro economico: non compro più di due libri al mese. Imperativo. Ma questa volta non sono stata brava per niente ed ho raddoppiato gli acquisti, traviata anche da qualche  sconto che ho scovato aggirandomi per bancarelle. Qui di seguito troverete i titoli, le copertine ma soprattutto le motivazioni che mi hanno spinta all'acquisto proprio di quei libri. Spero di darvi qualche spunto, magari non li avete ancora letti nemmeno voi. Ps:  non sono una vera blogger. Quindi non troverete  nuove uscite da leggere d'un fiato per poi essere la prima a recensirle (ho scoperto che esistono gare di questo tipo tra le "blogger", e mi sono sentita parte di un mondo alieno) e nemmeno regali delle CE (non mi filano di pezza le CE, ed hanno ragione). Troverete pertanto solo acquisti dettati da un criterio tutto mio, un concetto esprimibile in due sole parole: gusto e desiderio. Che poi, tra parentesi, non sarebbe bello se fossero solo queste due cose a guidarci nella scelta delle letture? Tutto il resto lo trovo stressante in maniera indicibile. Ma come fate, voi che lo fate?
Comunque ecco perché ho scelto questi quattro volumi:

PRIMO ACQUISTO
Titolo: A Occidente con la notte
Autore: Beryl Markham
Casa editrice: Neri Pozza
Pagine: 336
Traduttore: Vezzoli D.
L'ho scelto perché: tempo fa ho letto un libro che mi era piaciuto molto, nonostante qualche difettuccio di scarsa rilevanza, intitolato "Tra cielo e terra" della bravissima Paula McLain, la cui recensione se vi interessa la trovate qui
Il romanzo racconta la vita straordinaria ( seppur romanzata) di questa donna che vedete ritratta in copertina, Beryl Markham. Cresciuta nel Kenya  nello stesso periodo in cui la lussosa fattoria di Karen Blixen era il punto di riferimento dei coloni europei, fu una donna  anticonformista e passionale, come e più della Blixen. Le due donne diventarono amiche, e si spartirono ben più di qualche cena nell'elegante dimora dei Blixen: ovvero l'amore di Denis Finch Atton. Questo romanzo è la sua biografia e ne ero venuta a conoscenza proprio leggendo "Tra cielo e Terra", perché l'autrice nelle note fa riferimento  proprio a questo romanzo autobiografico per spiegare la genesi del suo libro. Anche Hemingway lesse questo romanzo, e ne rimase incantato. E sarà che l'Africa è quel posto speciale che accoglie tutti i miei sogni più belli, sarà che ho letto libri stupendi che mi hanno fatto venire il "Mal d'Africa" anche se non ci sono mai stata, sarà che da quando ho sentito parlare di questo libro non faccio altro che cercarlo con lo sguardo sullo scaffale della libreria dedicato a Neri Pozza, sarà che voglio restare incantata anche io come Hemingway... resta il fatto che l'ho acquistato senza pensarci due volte.

SECONDO ACQUISTO
Titolo: Io prima di te
Autore: Jojo Moyes
Casa Editrice : Mondadori
Pagine: 391
Traduttre: Dellavalle M.C.
L'ho scelto perché: chi legge il blog e le recensioni che scrivo sa che c'è un genere di romanzo che non leggo mai: il romance. Non leggo i romance e nemmeno i romanzi che parlano d'amore fine a se stesso, troppo smielamento  mi fa venire l'orticaria. L'amore e il sesso sono  argomenti che non mi interessa leggere, non sono per niente romantica e i sentimenti che vivo nella realtà grazie a dio sono molto più interessanti di qualsiasi storia inventata. Detto questo, qualche giorno fa mi aggiravo tra le bancarelle de "La Fiera del Libro" ed ho adocchiato un cumulo di romanzi scontati del 25%, tra cui spiccava tutta la produzione di JoJo Moyes. Naturalmente, essendo prevenuta, ho schivato questo romanzo da quando ha fatto la sua comparsa in libreria. Nonostante questo l'ho preso in mano un istante e subito rimesso a posto, credo facendo smorfie strane di disapprovazione. La signora che curava la bancarella mi dice "Perché l'ha riposto? Lo prenda!" Ed io "Ma guardi veramente mi sembra troppo sdolcinato per i miei gusti, guardi che razza di titolo gli han dato...." Niente da fare, la signora insiste: "Mi creda, non è come pensa. Io li ho letti tutti i libri della Moyes, sono uno più bello dell'altro" Ma anche io insisto..."Signora ma scusi...si intitola IO prima di TE. Capisce? Io prima di te cosa??? Io prima di te esistevo lo stesso, non ci servono i principi azzurri che vengono a salvarci!" La signora ride, io rido, le ragazzine intorno a me che stavano andando in overdose da "After" ridono. "Va bene lo compro, ma se non mi piace daràò la colpa a lei!"
Risate generali. Compro il libro e speriamo bene.

TERZO ACQUISTO
 Titolo: Central Park
Autore: Guillaume Musso
Casa Editrice: Bompiani
Pagine: 300
Traduttore: Arecco S.
L'ho scelto perché: essenzialmente l'ho voluto comprare perché è un giallo, e a me i gialli "soft" piacciono molto; secondariamente  perché è ambientato a Central Park, ed infine perché è da tempo che voglio leggere qualcosa di Musso e di questo libro ne ho sentito parlare molto bene. Inoltre c'era lo sconto del 25%, che faccio lo lascio lì? Non sia mai. Ho chiesto alla signora della bancarella cosa ne pensava invece di questo, si è messa nuovamente a ridere e mi ha fatto l'occhiolino. Ah un'altra cosa: adoro la copertina. Non so resistere al richiamo di certe copertine.

QUARTO ACQUISTO
 Titolo: 1984
Autore: George Orwell
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 336
Traduttore: Manferlotti S.
L'ho scelto perché: perchè non si può non aver letto, almeno una volta nella vita, 1984 di Orwell. Sento che è arrivato il momento giusto, ho aspettato anche troppo. Profondo e apocalittico, con un messaggio di fondo estremamente lucido e pieno di significati importanti. Di George Orwell avevo letto anni fa "La fattoria degli animali", anche questo un grandissimo romanzo, una specie di favola di Esopo moderna. Quindi non avevo bisogno di rassicurazioni di nessun tipo, semplicemente "1984" è uno di quei classici moderni da cui è impossibile prescindere se si vuole possedere oltre che molti libri anche un po' di cultura generale nell'ambito letterario. Ed io personalmente tengo molto a quest'ultimo aspetto: è per questo motivo che ogni tanto sento il bisogno di scegliere le mie letture tra quei romanzi che hanno fatto la storia.

12 commenti:

  1. George Orwell è tra gli scrittori che vanno letti assolutamente. "1984" è un libro che non può mancare tra le letture che ci permettono una riflessione sul mondo della poliica e dell'obbedienza cieca. La cover è carinissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero splendido. Orwell come dicevo l'ho conosciuto leggendo "la fattoria degli animali" ed ero rimasta folgorata. "1984" è un capolavoro e penso dovrebbe essere letto e insegnato nelle scuole.

      Elimina
  2. "1984" di George Orwell l'ho letto alla fine dell'anno scorso - ho quella stessa edizione e a me è piaciuto tantissimo.
    "Io prima di te" me lo sono fatto regalare ad aprile per il compleanno, ma è ancora vicino al comodino che aspetta di essere letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un libro che non può lasciare indifferenti 1984, da leggere senza indugio, qualsiasi siano i nostri gusti. Penso che leggerò "Io prima di te" sdraiata su uno scoglio...mi sa di lettura estiva da ombrellone...poi magari mi sbaglio...staremo a vedere :-)

      Elimina
  3. Sorvolo sull'estate che, per quanto mi riguarda, potrebbe anche non arrivare mai! Anche io sono l'antitesi del romanticismo, eppure "Io prima di te" l'ho letto (ormai un bel po' di tempo fa) e devo dire che, tutto sommato, non è così male. Insomma, rispetto alle solite storie smielate, qui ho trovato qualcosa in più! Quindi, aspetto di sapere cosa ne penserai tu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di sentirlo dalla tua voce Laura, perché dei tuoi gusti mi fido molto...E soprattutto perché so che non ti piaccioni gli sdilinquimenti gratuiti, come a me. Dopo un paio di letture impegnate mi butterò proprio sulla Moyes e poi ti saprò dire!

      Elimina
  4. Il primo acquisto sembra davvero interessante e la Neri Pozza ha un catyalogo pieno di libri che vorrei, invece credo di essere quasi l'unica a non aver ancora letto Io prima di te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neri Pozza per me è una garanzia! Ho una piccola sezione della mia libreria interamente dedicata, che cresce di volta in volta. E' raro che io esca da un negozio di libri senza un volume di questa casa editrice. Anche tu non hai letto la Moyes, bene! Siamo aliene in questa terra di blogger :-) Comunque ho deciso che sarà la mia prossima lettura, così, perché ho voglia di qualcosa di leggero. Cercherò di evitare i pregiudizi però altrimenti rischio di "darle addosso" ancora prima di iniziare il libro ;-)

      Elimina
  5. Io prima di te l'ho letto, ma non recensito perchè non so ancora se mi è piaciuto o meno. La protagonista mi è piaciuta, ma lui molto meno. Sarà interessante leggere il tuo pensiero.
    Orwell non so, mi ha sempre respinta al pari di Hemingway. Ma c'è tempo spero.
    I neri pozza sono fantastici: a volte trovi dei libri che sono delle chicche, tipo La nonna vuota il sacco o Agnes Browne e mille altri.
    Un saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono quegli autori che fanno un po paura, secondo me perché portano con sè un'aura negativa. Poi certamente dipende dai gusti però...io con Il Vecchio e il mare mi sono innamorata di Hemingway, e l'ho letto in età adulta. Penso che sia uno di quegli scrittori che possa essere solo compreso con la maturità.

      Elimina
  6. Ciao Paola! Ma quanti bei acquisti! Concordo con la tua idea di lettura, anch' io cerco di leggere a istinto anche se le ultime novità sono sempre appetibili!!! Tra i tuoi acquisti Io prima di te vorrei tanto leggerlo, magari corro in libreria e lo acquisto e già da un bel pò di tempo che questo titolo mi martella in testa, sarà la volta buona? Buona serata, Rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, detto fatto: ho iniziato a leggere IO PRIMA DI TE. Le prime impressioni sono un po' incerte...ma è presto, sono solo a pagina 50. Vedremo, ammetto che questa volta sono curiosa :-)

      Elimina