lunedì 6 marzo 2017

Incipit: I custodi di Slade House, di David Mitchell




Qualsiasi cosa stesse dicendo la mamma è stata soffocata dal rombo fuligginoso dell'autobus che si allontana rivelando, dietro di sè, un pub che si chiama The Fox and Hounds, la volpe e i segugi.  Nell'insegna ci sono tre beagle che hanno stretto una volpe in un angolo. stanno per saltarle addosso e sbranarla. Una targa stradale dice WESTWOOD ROAD. I lord e le lady dovrebbero essere ricchi, perciò mi aspettavo piscine e Lamborghini, invece Westwood Road mi pare piuttosto normale. Normali case di mattoni, mono  bifamigliari, con giardinetti e automobili normali. Il cielo umido ha il colore dei vecchi fazzoletti da naso. Sette gazze passano in vole. Sette va bene. Però ho la faccia della mamma a pochi centimetri dalla mia, anche se nonc apisco se è una faccia arrabbiata o preoccupata. "Nathan? Mi stai ascoltando, almeno?". Oggi la mamma è truccata. Il colore del rossetto si chiama Giglio del mattino, ma più che di giglio odora di attaccatutto. Siccome la faccia non si allontana dico" cosa?"
"Si dice "Prego?" oppure "Scusa?". Non "Cosa?".
"Okay", dico io, parola che spesso funziona. Oggi no.

2 commenti:

  1. Non so bene il perchèa questo incipit mi ha catturata...
    Forse perchè anche i vecchi rossetti di mia mamma odoravano di attaccatutto...
    Ho appena scoperto il tuo bellissimo blog e mi sono unita ai tuoi lettori fissi!
    Se ti va di ricambiare ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta, grazie per essere passata e per l'iscrizione, che ricambio certamente con piacere!
      Paola

      Elimina